Corfù

Corfù

Things to do - general

Di fronte alle coste dell’Epiro, al confine tra Grecia e Albania, si trova Corfù (anche Corcira, in greco Κέρκυρα o Κόρκυρα, Kérkyra; in latino Corcyra).
Una “terra di mezzo”, separata dalla terra ferma da uno stretto di larghezza variabile dai 3 ai 25 km. Seconda isola ionica per estensione dopo Cefalonia, con una popolazione di circa 110.000 abitanti, dei quali circa 36.000 nella sola capitale, Corfù.

Un’isola “a strati”, dove emergono le epoche storiche e le differenti dominazioni che l’hanno caratterizzata.
Armonico è l’alternarsi degli stili architettonici che si possono ammirare a Corfù:
greco-corinzio, italiano-veneziano e inglese.

Corfù è dentro la storia, fulcro di tradizione e scambi.
Oriente e occidente si accavallano superandosi e rincorrendosi, sullo sfondo di meraviglie naturali.

Boschi, storia, spiagge e tradizione.
Poche parole servono per descrivere le sue spiagge e il suo mare:
sabbia dorata o di ciottoli colorati, grandi rocce e alberi vicini alla riva che dominano il paesaggio. Acqua cristallina. Un litorale molto suggestivo. E il mondo subacqueo è altrettanto ricco e vivace.
La bellezza dell’isola ha spesso incantato e ispirato molti grandi artisti quali Goethe e Durrel.

Una vacanza per tutta la famiglia.
La costa a sud è ideale per i bambini, perfette sono anche le spiagge a occidente, lunghe e sabbiose, e un mare verde smeraldo poco profondo.
Ma Corfù non è solo sulla costa…
Tanti gli itinerari da seguire nell’entroterra per andare alla scoperta della Corfù più incontaminata. Ulivi imponenti sulle colline che arrivano fino alle coste e tantissimi villaggi caratteristici, renderanno la vostra vacanza completa e davvero affascinante.

Storia

La città fu fondata col nome di Corcira (gr. Kérkyra) nel 700 a.C. dalla tribu illirica dei Liburni. La sua posizione geografica fu causa di varie dominazioni. Rimase legata a Roma dal 299 a.C., divenne poi bizantina nel IV-XI secolo, normanna nel XI-XII. Poi passò sotto Genova, sotto gli Angioini e, nel 1202-1204, arrivò Venezia, che rimase dalla fine del XIV al XVIII secolo.

Corfù entrò a far parte del regno di Napoli; ma il dominio di re Manfredi fu di breve durata: egli, infatti, venne sconfitto e ucciso a Benevento da Carlo d'Angiò, il quale si impadronì così del regno di Sicilia e di Napoli. Successivamente Corfù costituì la capitale dei domini angioino-napoletani del Levante ma, sul finire del Trecento, l'isola e i domini albanesi diventarono di fatto del principe Filippo I di Taranto. Da allora l'isola fece sempre parte del cosiddetto Principato di Taranto.

Sfortunatamente non sono disponibili Hotel in questa Location al momento.

Unfortunately there are no self-catering offers at this location at the moment.

Minicrociera di Pasqua

Corfù & Meteore
Un viaggio unico per trascorrere una festività di cultura e suggestioni.
Entra nella storia.
Scopri di più

Vacanze in Barca a Vela

ultimi posti per il 2 Giugno!!!
Scopri la Grecia e la Croazia con una meravigliosa vacanza in barca a vela, partenze speciali da Ancona
Scopri di più

Mappa

Luoghi di interesse

Il quartiere antico, ricco di architetture, piccole cappelle, antiche dimore e numerosi negozi di artigiani. Molte le bancarelle e i negozi di prodotti tipici locali come miele selvatico e dolci.

Palazzo Reale

Costruito a picco sul mare, nei primi anni dell’ottocento dai governatori inglesi. Oggi è la sede della civica Galleria d’arte e del Museo d’Arte Asiatica.

La città vecchia

 Stile architettonico tipicamente veneziano, in particolare nel quartiere della Spianada dove si può ammirare la più bella piazza della Grecia. Il palazzo Liston e i suoi portici sono d’ispirazione francese e le chiese sono tipicamente bizantine. Molto suggestiva la passeggiata serale sulle kandounia, le stradine lastricate e i portici della Spianada.

Museo archeologico

Ospita il frontone ovest del tempio di Artemide e numerose vestigia dell’arte statuaria arcaica.

Museo bizantino o Andivouniotissa

Ospitato in una chiesa del quattrocento, raccoglie icone e dipinti bizantini.

La Fortezza Vecchia

Costruita dai veneziani a guardia sul porto. Durante la stagione estiva ospita numerosi eventi e manifestazioni culturali.

La Fortezza Nuova

Leggermente più recente della Fortezza Vecchia, sempre di epoca veneziana. All’interno c’è il museo della ceramica. Piazza del Municipio o San Giacomo
 Nella piazza ci sono la cattedrale cattolica Agios Iakovos (San Giacomo) e il Municipio della città.

Chiesa di Agios Spiridonas
 È la più importante chiesa della città, dedicata al patrono Spiridione.

Achilleion

A 10 chilometri a sud della città si trova la grande villa in stile italiano costruita per la principessa Sissi.

Chiesa di Agii Iason e Sosipatros

La chiesa bizantina si trova a sud della baia di Garitsa.

Kanoni Il campanile bianco del monastero dei Vlachernes, costruito su un isolotto collegato da un ponte.

Museo di Arte Asiatica
L’unico del suo genere in Grecia e uno dei migliori in Europa. Ospitato nel Palazzo dei Santi Michele e Giorgio, un edificio neoclassico costruito tra il 1819 e il 1824 che rappresenta il più importante monumento del dominio britannico.

La Galleria d’Arte di Corfù
Ospita opere di pittori e scultori corfioti del XIX e XX secolo.

Attività

La città è un labirinto di vicoletti lastricati di ciottoli stretti e tortuosi, chiamati kantounia, καντούνια in greco, che nascondono caratteristiche piazzette, caffè tradizionali e numerosi ristorantini.

Per gustare gli splendidi tramonti una meravigliosa passeggia sul lungomare verso la baia di Garitta ti aspetta.

Gli sport da spiaggia e quelli acquatici richiamano l'attenzione della maggior parte dei turisti.

Tanti gli sport che puoi praticare a Corfù… da un semplice giro in pedalò, agli sport acquatici più divertenti come il windsurf.

Di notte invece impazza la festa!

Corfù è nota per la sua vita notturna, ma teatri, cinema e spettacoli di musica tradizionale offrono intrattenimento familiare.

Su tutta l’isola potrete trovare club e discoteche, i più gettonati li trovate vicino al porto della città di Corfù.

Altri centri di divertimenti notturni sono Paleokastritsa, Sidari, Benitses, Dassia, Ipsos, Acharavi. Qui i locali restano aperti fino all’alba! Molti club inoltre si trovano nella città di Kavos, nel sud dell’isola.

Se invece volete passare una serata più tranquilla, l’isola intera è piena di ristoranti di tutti i tipi, dalle taverne più tradizionali ai locali più lussuosi.

L’isola soddisfa ogni esigenza tutto l’anno.
L’intrattenimento e il divertimento sono garantiti.

Riassunto

Una storia meravigliosa